Le cinque regole d’oro per la prima casa

Le cinque regole d’oro per la prima casa

Nuova vita, nuovi progetti. Avete comprato casa e non sapete da dove partire per arredarla? 
Niente paura, abbiamo una serie di consigli su come arredarla. Che siate una giovane coppia, o anche un/a single incallito/a alle prese con una nuova abitazione, oggi non c’è che l’imbarazzo della scelta per caratterizzarla.

1. Provare, provare e… provare

La prima casa, almeno all’inizio non sarà perfetta. Sedie diverse, un divano che non soddisfa, muri con quadri disposti in modo poco convincente. Niente panico. È assolutamente normale. Bisogna imparare a focalizzare ciò che piace veramente sperimentandolo e non solo perché lo si è visto su una rivista. E per farlo, ci vuole pazienza! Non è una cosa che si impara da un giorno all’altro.

2. Individua la tua idea di stile

Prima di ogni scelta d’arredo, occorre chiedersi quali abitudini si intende assecondare; quali comodità si cercano: un living aperto, rilassato e conviviale, spazi intimi in cui ritirarsi per distendersi lontano dalla confusione, ambienti ampi, colorati... è importante capire qual è il mood che si vuole trasferire all’abitazione e su quello si inizia a costruire tutto il resto.

3. Bilancia pieni e vuoti

Alterna vani a giorno con altri chiusi per un’idea di composizione studiata. Le cose lasciate a vista dovrebbero avere un’estetica il più possibile omogenea per non creare confusione visiva.

4. Scegli materiali di qualità

Che si ispirino al legno, al cemento, al marmo o alla pietra, i materiali scelti per pavimenti e rivestimenti devono garantire la massima qualità, sia in termini di prestazioni che di estetica. E oggi non c’è che l’imbarazzo della scelta! Piastrelle pratiche, fantasiose, eleganti e funzionali, sono capaci di riprodurre fedelmente gli effetti naturali che più si amano ma anche in grado di interpretare superfici più contemporanee. Dare personalità all’ambiente con identità cromatiche e materiche uniche, sarà quindi semplicissimo!

Inoltre, con le lastre a minimo spessore e grandi dimensioni è possibile non solo ricoprire vecchie piastrelle ma anche piani di bagni e cucine, armadi, tavoli, scrivanie, porte ed arredi in genere. Le lastre in ceramica costituiscono infatti una nuova soluzione per superfici e volumi, in grado di moltiplicare destinazione d’uso e applicazioni, ampliando gli orizzonti di impiego anche al settore arredamento. Realizzate con tecnologie avanzate, uniscono i vantaggi dello spessore ridotto e della grande dimensione alla elevata resistenza a sollecitazioni meccaniche, a prodotti chimici, a usura, ad abrasione profonda, a flessione, gelo fuoco e muffe.

5. Non dimenticare le piante!

Basta poco, anche fiori recisi o qualche piantina grassa. Non c’è atmosfera senza un tocco di verde!

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche “cookies di analisi” per elaborare statistiche e “cookies di terze parti”. Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l’informativa estesa Clicca qui
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies