Altezza rivestimento bagno: spunti e idee

Come è cambiato il trend del rivestimento bagno negli ultimi tempi?

Altezza rivestimento bagno: spunti e idee

Il rivestimento di pareti e pavimento del bagno è una delle prime cose da scegliere quando si inizia ad arredare questo ambiente della casa: una scelta che nel tempo ha subito diversi cambiamenti sia rispetto all’estetica della superficie che alle modalità di posa.

In passato, l’altezza di posa della piastrella variava da 1,2 a 1,5 metri da terra fino a metà parete, lasciando scoperta la sezione superiore che rimaneva bianca; un’abitudine ancora piuttosto consolidata in alcune regioni italiane ed anche all’estero, dove vengono spesso utilizzati altri materiali per rivestire, oltre alla ceramica.

Un’alternativa a questa soluzione consiste oggi nel realizzare il rivestimento fino all’altezza della porta, ossia dai 2 ai 2,2 metri, permettendo quindi di essere meno vincolati sul disegno della piastrella, scegliendo di inserire diversi stacchi di colore o superfici per ottenere pattern dinamici e unici. La parte scoperta risulta quindi solamente nella congiunzione al soffitto, da rinfrescare di tanto in tanto.

Negli ultimi anni, il rivestimento del bagno predilige invece una soluzione più contemporanea e pratica, applicando le piastrelle sino al soffitto, giungendo a 2,70 metri di altezza, fatta eccezione ovviamente per soffitti ribassati con cartongesso. Il colpo d’occhio in questo caso è gradevole ed elegante: si rendono compatte le parti verticali, trionfa la linearità, la non evidenza delle fughe, grazie ad esempio alla posa di piastrelle di grande formato come le lastre in gres porcellanato laminato, 100 x 300 cm.

A parte il tinteggio del soffitto, viene quindi eliminata la necessità d’imbiancare periodicamente e le pareti risultano del tutto protette dallo sporco, dalle muffe e dall’umidità. L’innovazione odierna ha anche permesso la realizzazione di lastre antibatteriche, come le superfici ceramiche di Panaria con tecnologia Protect, che elimina fino al 99,9% di batteri.

L’estetica delle superfice si è invece spostata verso una duplice scelta cromatica: da una parte la preferenza di tonalità neutre che sono molto apprezzate perché favoriscono il relax e l’intimità del stanza da bagno e dall’altra soluzioni decorative che conferiscono carattere e personalità allo spazio. Rivestimenti a tutta parete, all’insegna di funzionalità e raffinatezza estetica, rappresentano l’ultimo trend per il rivestimento bagno, declinato in diversi stili, colori e superfici per assecondare ogni esigenza progettuale.

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche “cookies di analisi” per elaborare statistiche e “cookies di terze parti”. Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l’informativa estesa Clicca qui
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies